Dopo l’annuncio arrivato agli inizi della stagione, Mark Webber è tornato a parlare del suo addio alla Formula 1.
L’australiano abbandonerà la Red Bull a fine anno e dal 2014 farà parte del team ufficiale Porsche che prenderà parte al World Endurance Championship.

Viaggi, alberghi e ritmi stressanti hanno spento in Webber il “fuoco” che alimenta la passione per la F1: “Mi sono accorto di non tollerare più il contorno di questa disciplina. Siamo abituati a grandi alberghi e viaggi interminabili da una parte all’altra del Mondo, che ci fanno perdere sempre di più la concezione delle cose importanti della vita. Andando avanti i ritmi sono diventati asfissianti; non basterebbe una anno per riposarsi da una stagione a questi livelli”.

“Anni mi stupivo quando vedevo gente ritirarsi per mancanza di stimoli, ora li capisco. La vita senza passione è nulla, per cui è meglio dire basta ora”.

“Quando mi contattò la Porsche, non ci pensai due minuti ad accettare; di colpo mi sono sentito rinato e sono sicuro di iniziare un’altra pagina fantastica della mia carriera”.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Dopo l’annuncio arrivato agli inizi della stagione, Mark Webber è tornato a parlare del suo addio alla Formula 1. L’australiano […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/09/Mark_Webber_Porsche.jpg La mancanza di stimoli alla base dell’addio di Webber