Era difficile immaginarselo alla vigilia, ma per Nico Rosberg e la Mercedes quello in Cina è stato un weekend da sogno: prima pole e prima vittoria, con una gara da vero dominatore. Il pilota tedesco, pit stop a parte, non ha mai mollato il comando e ha dimostrato che, almeno sul circuito di Shanghai (poco esigente da questo punto di vista), sono stati risolti i famigerati problemi di usura delle gomme.

“Questo è un momento davvero speciale per me, tutto il fine settimana è stato perfetto. La mia prima pole position, la mia prima vittoria in Formula 1: è davvero fantastico”, commenta il figlio di Keke, che ha esordito nella categoria regina nel 2006, e dopo 116 Gran Premi tocca il punto più alto della carriera.

“Ma non solo, perché il primo successo di questa squadra, Grazie a tutti, a quelli che sono qui in Cina e nelle sedi di Brackley e Brixworth. Mi rende molto orgoglioso il fatto di aver migliorato così velocemente la macchina”.

“Non dimenticherò mai questa corsa, gli ultimi 20 giri mi sembravano lunghi come se stessi disputando la 24 Ore di Le Mans! Tagliare il traguardo è stato molto emozionante”, prosegue raggiante Nico, campione 2005 di GP2. “Ci godiamo questo risultato, ma manteniamo i piedi per terra. Non siamo ancora dove vorremmo, stiamo lavorando sodo per capire la monoposto e la gestione dei pneumatici in tutte le condizioni, e spingeremo per fare altri progressi. Vediamo come andrà in Bahrain”.

Rosberg, idealmente, raccoglie l’eredità di Juan Manuel Fangio: l’indimenticato asso argentino, nel 1955 a Monza, conquistò l’ultima affermazione della Mercedes come costruttore completo in F1. Fino a oggi…


Stop&Go Communcation

Era difficile immaginarselo alla vigilia, ma per Nico Rosberg e la Mercedes quello in Cina è stato un weekend da […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-150412-02.jpg La gioia di Nico Rosberg: “Gara indimenticabile”