Mark Webber nel Gran Premio svoltosi a Shanghai è tornato a mostrare quella grinta e quel passo sostenuto che l’hanno contraddistinto per buona parte della scorsa stagione. Dopo un sabato disastroso, a causa anche di un errore di strategia in casa Red Bull e problemi al KERS, che l’hanno relegato al 18° posto, con una gara tutta all’attacco l’australiano è riuscito a risalire sino al 3° gradino del podio.

Una corsa davvero memorabile per Webber, che dimostra come non sia assolutamente un pilota già sul viale del tramonto: “Penso che i ragazzi abbiano compiuto un lavoro incredibile – ha voluto sottolineare subito – Questa gara oggi era per loro e tutti quelli che lavorano nel nostro stabilimento. Congratulazioni a Lewis mentre per noi è stata una buona giornata in termini di punti per il team”.

Scendendo più nell’analisi tecnica, l’australiano spiega le mosse vincenti di questa fantastica rimonta: “Abbiamo deciso di partire con le gomme “Prime”, che sappiamo non sono quelle più desiderate poiché non hanno le caratteristiche delle dure in termini di durata – ha messo in evidenza – Quando dopo 15 giri vedi che se in 17° posizione pensi non possa succedere nulla di buono, ma di colpo mi sono sentito a mio agio con la vettura. Inoltre avevo alcuni set di gomme morbide risparmiati dalle qualifiche che infine mi hanno aiutato”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Mark Webber nel Gran Premio svoltosi a Shanghai è tornato a mostrare quella grinta e quel passo sostenuto che l’hanno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-170411-webber-cina.jpg La gioia di Mark Webber: “Dedico questa gara ai miei meccanici”