Nonostante il 6° posto conquistato da Paul Di Resta nel Gran Premio del Bahrain, la Force India in questo avvio di stagione si è probabilmente espressa a livelli leggermente inferiori rispetto a quelli palesati al termine del 2011. Per questo motivo i test al Mugello rappresenteranno una ghiotta chance per consentire alla squadra di testare quegli elementi che possono consentire di migliorare la monoposto.

Tuttavia in squadra c’è qualche dubbio sulla possibilità di portare il pacchetto di aggiornamenti già in Toscana: “Gli sviluppi sono davvero importanti, Ma la cosa principale è di utilizzarli in Spagna – ha riferito ad Autosport Bob Fernley, Vice Team Principal della scuderia – Speriamo di compierci qualche tornata al Mugello, ma dipende da come si evolverà ogni cosa. La maggior parte dei componenti ci sono: abbiamo chiarito circa l’85%, però abbiamo bisogno del 100%. Speriamo di poter provare il tutto per un giorno, o un giorno e mezzo al Mugello, e se si correla in pista a quello che abbiamo nella galleria del vento, allora otterremo una buona macchina”.

Ricordando come in Toscana si susseguiranno nell’ordine Jules Bianchi, Paul Di Resta e Nico Hulkenberg, Fernley ha poi voluto dell’aria che si respira nel gruppo: “Abbiamo alcune persone splendide attorno a noi che stanno cercando di mettere le cose assieme e che stanno tentando di migliorare la vettura – ha messo poi in evidenza – Se rimaniamo dove siamo, o i rivali hanno un piccolo aggiornamenti mentre noi uno più grosso, non lo so ancora. Ma anche due decimi rispetto ai rivali oggigiorno sarà importante”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nonostante il 6° posto conquistato da Paul Di Resta nel Gran Premio del Bahrain, la Force India in questo avvio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-280412-forceindia.jpg La Force India incerta sul portare i nuovi aggiornamenti per il test del Mugello