La FIA discuterà presto insieme ai team di possibili modifiche alle regole sulle bandiere rosse. Lo ha rivelato il delegato tecnico Charlie Whiting, per una necessità emersa dopo quanto accaduto nei Gran Premi di Monaco e Canada, in cui l’interruzione delle gare ha posto alcuni interrogativi nel paddock e presso gli appassionati.

“Ci sono due cose che abbiamo capito nel fermare quelle gare”, ha dichiarato Whiting nel paddock di Valencia. “La prima è che bisogna valutare insieme alle squadre se consentire, o meno, interventi sulle vetture durante il periodo di sospensione”.

Il riferimento in questo caso va a quanto visto a Montecarlo, in cui, dopo l’interruzione per l’incidente di Vitaly Petrov, tutti i concorrenti hanno potuto ad esempio montare un nuovo set di gomme, vanificando in parte l’emozionante sfida che si stava venendo a creare tra Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Jenson Button per la vittoria.

A Montreal, invece, la pioggia torrenziale ha fatto sì che, tra la partenza e la bandiera a scacchi, siano trascorse addirittura quattro ore e quattro minuti, mentre il limite complessivo di durata del GP è di due ore. “Credevo che non lo avrei mai pensato, ma forse serve introdurre un tempo massimo per l’evento”, ha aggiunto Whiting. “Oggi il tempo per ogni interruzione è aggiunto alle due ore”.


Stop&Go Communcation

La FIA discuterà presto insieme ai team di possibili modifiche alle regole sulle bandiere rosse. Lo ha rivelato il delegato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-280611-03.jpg La FIA vuole ridiscutere le regole sulla bandiera rossa in gara