Ci sono alcuni punti del Mondiale che rimangono inibiti alla possibilità di sfruttare le potenzialità dell’ala mobile. Dopo il tunnel di Montecarlo la FIA ha deciso con un’attenta disamina di proibire l’utilizzo del DRS  lungo la spettacolare curva dell’Eau Rouge, ritenuta altamente rischiosa da parte dei commissari adibiti alla sicurezza.

Nei giorni scorsi erano emerse preoccupazioni da alcuni piloti sulla possibilità di usare questo dispositivo in qualifica in una zona altamente veloce come l’Eau Rouge. Inoltre alcuni piloti hanno manifestato alcune perplessità sul fatto che il sistema DRS certi casi rimanga aperto pure in curva, il che risulterebbe molto pericolo nel tratto in salita in questione. Ed un sistema automatico che permetta la chiusura dell’ala nel momento in cui viene schiacciato il pedale del freno non può essere adottato poiché molti piloti affrontano il tratto senza alzare il piede dall’acceleratore.

Comunque la situazione era differente rispetto allo stesso problema ma nel tunnel di Montecarlo, come ha spiegato Vitantonio Liuzzi: “Per noi sarà al limite con il DRS, ma la situazione del tunnel era un po’ differente – aveva detto prima della decisione finale sulla questione – Il motivo per il quale avevo chiesto di non usarlo lì era per il rischio di un incidente, ruota contro ruota nella galleria, il che sarebbe potuto essere un momento davvero critico”.

Nonostante il divieto sia ormai giunto, questo era stato il pensiero conclusivo dell’italiano: “All’Eau Rouge è diverso – ha sentenziato – Lì è all’aria aperta, non c’è il soffitto, non ci sono piloni, quindi potrebbe essere un normale incidente di gara come in qualunque altro posto normale. È una decisione più semplice per la FIA, poiché a Monaco era un po’ più rischioso”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Ci sono alcuni punti del Mondiale che rimangono inibiti alla possibilità di sfruttare le potenzialità dell’ala mobile. Dopo il tunnel […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-230811-spa.jpg La FIA vieta l’utilizzo dell’ala mobile nel tratto dell’Eau Rouge