La FIA ha diffuso il calendario definitivo per la stagione 2012, dopo aver ricevuto il voto via fax dai membri del World Motor Sport Council. Come già ampiamente anticipato, gli appuntamenti iridati saranno 20, grazie alla presenza del Gran Premio degli Stati Uniti in Texas, non più inserito vicino al rouund del Canada in giugno ma a novembre inoltrato, una settimana prima della conclusione in Brasile, per evitare il caldo torrido presente in quella zona nei mesi estivi.

Per il resto confermate le indiscrezioni delle scorse settimane, con il via che avverrà dall’Australia il 18 marzo al posto del Bahrain, quest’anno non disputato, spostato nella seconda metà di aprile dopo la Cina, e non a novembre come ipotizzato in un primo momento.

Inoltre da segnalare lo spostamento di una settimana del GP del Belgio, che quindi si svolgerà solamente sette giorni prima di Monza, e l’anticipo di Abu Dhabi a inizio novembre subito dopo l’India, rispostata a ottobre per venire incontro alle esigenze logistiche dei team.

Spicca inoltre l’uscita definitiva di scena della Turchia; gli organizzatori non hanno trovato l’intesa con Bernie Ecclestone per il rinnovo del contratto, e l’Istanbul Park “perde” la Formula 1 dopo sette edizioni (la prima nel 2005).

Il calendario 2012 della Formula 1

18/03 Australia
25/03 Malesia
15/04 Cina
22/04 Bahrain
13/05 Spagna
27/05 Monaco
10/06 Canada
24/06 Europa
08/07 Gran Bretagna
22/07 Germania
29/07 Ungheria
02/09 Belgio
09/09 Italia
23/09 Singapore
07/10 Giappone
14/10 Corea
28/10 India
04/11 Abu Dhabi
18/11 Stati Uniti
25/11 Brasile


Stop&Go Communcation

La FIA ha diffuso il calendario definitivo per la stagione 2012, dopo aver ricevuto il voto via fax dai membri […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-310811-fia.jpg La FIA divulga il calendario 2012: confermate le 20 tappe