I numerosi problemi di affidabilità patiti dal proprio motore in questo primo scorcio di stagione potrebbero convincere la Ferrari ad avanzare alla FIA una deroga per apportare modifiche al V8 e garantirne la durata ottimale. A riportarlo è il magazine tedesco Auto Motor und Sport, secondo cui a Maranello sarebbe stata identificata la ragione delle rotture subite da Fernando Alonso nella gara di Sepang e nelle prove libere di Shanghai.

La causa risiederebbe nel disegno delle valvole pneumatiche, che consentirebbe una eccessiva fuoriuscita d’aria. Se il team del Cavallino dovesse riuscire a dimostrare alla Federazione che esiste una concreta carenza di affidabilità alla base, potrebbe essere concessa una temporanea concenssione ad operare sul progetto, sospendendo il tradizionale regime di congelamento dello sviluppo. Non sarebbero tuttavia consentite modifiche alle unità già utilizzate nei week-end di gara.

Anche la Sauber ha di riflesso sofferto gli inconvenienti del propulsore Ferrari, con la compagine svizzera che complessivamente in una occasione è riuscita a vedere il traguardo: a Melbourne con Pedro de la Rosa. Il pilota spagnolo, alla vigilia del round di casa a Barcellona, si è detto fiducioso da questo punto di vista. “Speriamo che la Ferrari abbia risolto il problema”, si legge sul quotidiano El Mundo Deportivo.

“In Cina il sistema pneumatico ha nuovamente ceduto per un motivo diverso da quello di Sepang, che era dovuto ad alcuni sensori”, ha spiegato de la Rosa.


Stop&Go Communcation

I numerosi problemi di affidabilità patiti dal proprio motore in questo primo scorcio di stagione potrebbero convincere la Ferrari ad […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-230410-01.jpg La Ferrari potrebbe chiedere alla FIA di intervenire sul proprio motore per risolverne i problemi di affidabilità