Il via della stagione 2011 si è concretizzato con le due sessioni di prove libere a Melbourne, che hanno visto Fernando Alonso chiudere al terzo posto (sia in mattinata che nel pomeriggio) e Felipe Massa alternarsi tra l’undicesimo ed il settimo tempo.

L’affidabilità non ha preoccupato gli uomini della Ferrari, più concentrati sulle possibili soluzioni tecniche e sull’ala mobile posteriore, utilizzata in modo continuo dallo spagnolo (nelle libere l’uso è libero e non limitato dalla direzione di gara come durante il GP).

Il tempo di Fernando, che ha chiuso la seconda sessione ad appena un decimo da Jenson Button primo, lascia ben sperare per la gara. Più indietro il brasiliano, leggermente in difficoltà con le basse temperature riscontrate a Melbourne.

“Ancora niente di nuovo e non poteva essere altrimenti. Queste due sessioni di prove libere non hanno chiarito veramente i reali rapporti di forza in campo: stamattina la Red Bull è andata bene, nel pomeriggio è toccato alla McLaren, noi e la Mercedes siamo rimasti sempre lì e anche la Williams e la Renault sembrano essere competitive”, ha commentato Alonso. “Ci sono tante squadre che possono dire la loro nella lotta per la vittoria ed è quindi chiaro che bisognerà fare un bel sabato senza errori se si vuole partire nelle prime file”.

“Oggi ci siamo concentrati soprattutto sull’analisi del comportamento delle gomme Pirelli, che qui sembrano andare in maniera un po’ diversa rispetto a quanto si era visto nei test, anche perché l’asfalto presenta caratteristiche molto differenti. Per quanto riguarda la strategia, bisognerà essere molto flessibili durante la gara perché ancora conosciamo troppo poco gli pneumatici per poter dire con certezza a quale giro sarebbe meglio fermarsi: per quello che si è visto oggi, magari puoi fare dieci giri con un treno di gomme oppure trenta! Sono contento del rendimento della macchina: all’inizio c’era un po’ di sottosterzo e manca ancora di un’aderenza perfetta sull’anteriore ma è andata meglio di quanto mi aspettassi”.

Lavoro differente per il compagno di squadra: “Abbiamo provato tante cose in queste due sessioni di prove libere, diversificando il lavoro con il mio compagno di squadra in modo da esplorare strade diverse per prepararci per il prosieguo del week-end. Mi aspettavo di ottenere un tempo più veloce, anche perché con le morbide la prestazione migliore è arrivata soltanto al quarto giro. Con le dure, nella serie di giri più lunga, non è andata un granché, anche perché c’è stata qualche goccia di pioggia a complicare la situazione”, ha spiega Massa.

“Per quello che abbiamo visto, la gomma morbida si degrada meno di quello che si sarebbe potuto prevedere ma dobbiamo capire se sarà così anche in gara. Sicuramente questo è un tracciato molto meno severo per gli pneumatici rispetto, ad esempio, a Barcellona, dove abbiamo provato tanto: quest’anno sarà fondamentale studiare bene il loro comportamento circuito per circuito. La differenza di prestazione assoluta fra i due tipi di gomme è molto significativa. McLaren e Red Bull sembrano molto forti ma ci sono anche altre vetture che possono dire la loro”.

Per le qualifiche, in programma domani alle 14:00 ore locali, sono previste condizioni meteo più calde e asciutte, situazione che dovrebbe avvicinarsi a quella riscontrata nei test pre-stagionali.

Andrea Carrato


Stop&Go Communcation

Il via della stagione 2011 si è concretizzato con le due sessioni di prove libere a Melbourne, che hanno visto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Ferrari_25_3.jpg La Ferrari aspetta domenica per il verdetto finale sulla preparazione