La Ferrari è tornata a Maranello con il morale alto dopo la gara disputata in Ungheria che ha portato in dote il miglior risultato di questa stagione 2014.

Fernando Alonso e Kimi Raikkonen si sono confermati i campioni che tutti conoscono e la squadra ha dato una grande prova di compattezza e coraggio nel decidere i giusti tempi per mettere in atto le strategie pensate per le due F14 T.

Il risultato ha dato a tutti un’iniezione di fiducia particolarmente preziosa, perché arriva alla vigilia della pausa estiva. Nessuno
però si illude, il lavoro da fare per lottare con chi si trova al
vertice è ancora tanto.

La vettura, tuttavia, ha fatto dei progressi che su una pista tortuosa e che richiede trazione come l’Hungaroring si sono visti, dal momento che Fernando e Kimi nella fase centrale della corsa erano i piloti con il passo gara migliore. Proprio in tal senso, già questa mattina il lavoro è ripreso a Maranello.

La Scuderia continua a portare avanti il suo doppio binario di sviluppo, a breve e a medio termine: i tecnici e gli ingegneri sono già al lavoro in vista delle gare di Spa-Francorchamps e Monza, che sulla carta si attendono ostiche per la F14 T, ma si continua anche a tenere presente l’obiettivo finale che consiste nel riportare il team al livello dei suoi principali avversari, con uno sviluppo sulla vettura previsto a 360 gradi.

 

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94


Stop&Go Communcation

La Scuderia Ferrari è tornata a Maranello con il morale alto dopo la gara disputata in Ungheria […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/07/140041ung.jpg La Ferrari accelera lo sviluppo in previsione di Spa e Monza