Si pensava che Sebastian Vettel, dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere, potesse conquistare a mani basse la pole nel Gran Premio di Singapore. Invece il tedesco, un po’ come era successo a Monza a Fernando Alonso, seppure in tono minore, ha visto qualcosa incepparsi nei meccanismi della sua Red Bull, dovendosi accontentare della seconda fila, ben staccato da Lewis Hamilton.

Anche Vettel fa fatica a capacitarsi di quanto successo: “È difficile dire cosa sia accaduto – ha ammesso – Ero felice sino al termine della Q2, ma poi in Q3 non ho potuto girare al meglio in pista e migliorarmi. In Q3 non ho potuto sentire il grip così bene e convertirlo nel tempo sul giro. La giornata più importante è domani e abbiamo il passo con questa monoposto. Siamo stati competitivi questo fine settimana ed il nostro obiettivo è di avere una buona corsa domani; la 3° posizione è ancora una buona piazzola dalla quale partire”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Si pensava che Sebastian Vettel, dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere, potesse conquistare a mani basse la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-220912-vettel.jpg La delusione di Sebastian Vettel: “In Q3 ho perso il grip”