Le splendide qualifiche di sabato, nelle quali si era classificato in 7° posizione, sembravano costituire un buon viatico di partenza per Bruno Senna, il quale però ha rovinato tutto in occasione della prima curva dopo la partenza. Infatti, alla frenata della Source, il brasiliano è giunto nettamente lungo e andando a speronare Jaime Alguersuari, costretto al ritiro, e rovinando di conseguenza la sua corsa, condizionata per di più dal sacrosanto drive-through.

Per il pilota della Lotus Renault la delusione è assolutamente cocente: “Sfortunatamente ho commesso un errore alla prima curva, che mi è costata la possibilità di provocare realmente stupore al vertice per il resto della corsa – ha ammesso senza cercare scuse – Dunque, per prima cosa vorrei chiedere scusa a Jaime per quel che è successo. Ho fatto un errore in frenata, quindi ciò ha comportato che sia scivolato indietro e che non abbia potuto competere dove avrei voluto; Questo episodio mi ha lasciato da solo nelle retrovie per un po’!”.

Tuttavia qualcosa da salvare, in una domenica cominciata male, c’è secondo il parere di Senna: “Ona volta che ho pagato pegno con il drive-through ho potuto cominciare a effettuare qualche progresso e sono stato di conseguenza contento di come abbia guidato da quel momento in avanti”, ha successivamente sibilato.

A questo punto il GP d’Italia rappresenterà un test fondamentale per il proseguimento della sua esperienza con la Lotus Renault: “Ovviamente mi sarebbe piaciuto concludere più in alto, considerando la mia posizione in griglia, ma ora ho un buon passo per migliorarmi e giungere bene a Monza, che è un altro dei miei circuiti preferiti. Ci siederemo ed impareremo dove possiamo migliorare, ma le fondamenta ci sono”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Le splendide qualifiche di sabato, nelle quali si era classificato in 7° posizione, sembravano costituire un buon viatico di partenza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-290811-senna.jpg La delusione di Bruno Senna: “Voglio chiedere scusa a Jaime!”