Dopo un inizio non positivo, l’aria di casa per provare a fare meglio.

La Caterham arriva a Sepang con l’obbligo di cancellare, magari con un buon risultato, la gara di Melbourne, che ha visto entrambi i piloti out. Kamui Kobayashi, in particolare, dopo essere finito fuori alla prima curva dell’Albert Park, spera che in Malesia possa arrivare qualcosa di buono: “È la nostra prima gara di casa dell’anno, sarà un’occasione emozionante. Qui sono arrivato a punti nel 2011, sarebbe bello poter lottare per un piazzamento simile. A Melbourne già in qualifica abbiamo mostrato in parte ciò che possiamo fare, ma dobbiamo riuscire a girare di più nelle libere. Intanto, spero di non avere ancora gli stessi problemi ai freni che ho avuto in Australia”.

Auspici simili per il compagno di squadra Marcus Ericsson, autore di una prova d’esordio senza macchie, fino al guaio tecnico che lo ha costretto al ritiro: “Non vedo l’ora di tornare in macchina, a Sepang ho già corso, e ciò rappresenta indubbiamente un vantaggio rispetto all’Australia, dove non conoscevo la pista. Dovremo fare meglio che a Melbourne, so che i ragazzi hanno lavorato duramente sia in fabbrica che alla Renault; se riusciremo a girare molto nelle libere credo che potremo avere un buon week end”.

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Nella gara di casa del patron Tony Fernandes, Kobayashi e Ericsson sperano di poter avere un week end migliore di quello australiano.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/Caterham01.jpg La Caterham cerca in Malesia i primi punti