Daniil Kvyat ha risposto a coloro che lo accusavano di essere arrivato in F1 solo grazie agli sponsor.

Il russo è stato preferito agli altri membri del Red Bull Junior Team tra cui Antonio Felix Da Costa, da tutti considerato la punta di diamante dell’accademia austriaca.

“Voglio mettere in chiaro una cosa: sono qui per i risultati in pista” ha commentato. “I soldi non c’entrano, il team mi aveva prefissato degli obiettivi (in GP3, ndr) ed io li ho raggiunti in maniera soddisfacente”.

“Non c’è nulla di strano ad esordire a quest’età; anche Sebastian era molto giovane quando è salito per la prima volta su una monoposto”.

Anche Franz Tost e Gerard Berger hanno dato il benvenuto al primo inseguitore di Facu Regalia in GP3: “Siamo felici di avere Daniil con noi, ha un gran piede, speriamo faccia bene. E’ stato scelto perchè ci ha dato delle certezze, non per il denaro dei finanziatori”.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Daniil Kvyat ha risposto a coloro che lo accusavano di essere arrivato in F1 solo grazie agli sponsor. Il russo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/KVY_RedB.jpg Kvyat risponde ai detrattori: “Sono qui per merito”