Nonostante non stia facendo nulla di così trascendentale al volante della sua Lotus, Kimi Raikkonen, grazie anche alla penalizzazione subita da Sebastian Vettel, ha conquistato il quarto podio stagionale a Hockenheim. Questo piazzamento gli ha consentito pure di risalire nella classifica generale, dove ora occupa il 4° posto alle spalle di Fernando Alonso e del duo della Red Bull.

Tuttavia The Iceman rispetta il suo ruolo e mantiene un atteggiamento glaciale per la prossima prova di domenica: “È sempre bello andare in Ungheria – ha dichiarato – Il circuito non è fra i più difficili di tutti, però è ancora abbastanza impegnativo. Inoltre è l’ultima gara prima della pausa estiva ed è una grande città per concludere la prima metà di stagione. Ho vinto una volta in Ungheria e sono finito 2° in tre circostanze. È molto caldo e una corsa davvero impegnativa. È solo quando si vince che non si soffre all’Hungaroring. Spero quindi di non soffrire questa volta”.

Raikkonen è fiducioso anche a proposito della bontà della sua E20: “Il team sta lavorando duramente per sviluppare la nostra macchina e siamo fiduciosi sul fatto che dovremmo essere competitivi in Ungheria – ha ammesso a riguardo – Di solito abbiamo un weekend caldo all’Hungaroring, e quello è quanto stiamo cercando per l’intera estate. È un tracciato così lento e tortuoso nel quale ci sono due cose sulle altre che più sono davvero importanti per il tempo sul giro; queste sono un buon ingresso curva e una buona trazione. Se li hai, disponi di una vettura competitiva”.

Comunque Kimi sa anche bene quali siano le difficoltà da tenere bene in mente: “Questo è uno di quei circuiti dove è molto difficile sorpassare – ha riferito al termine – Ovviamente hai bisogno di stare davanti in qualifica e inoltre vuoi idealmente evitare la parte sporca della pista sulla griglia. Non siamo stati i migliori in qualifica sinora, ma siamo stati bravi in gara in condizioni calde e abbiamo potuto svolgere differenti strategie. Non sarà la fine del Mondo se non ci qualifichiamo al vertice, ma altrettanto non ci renderà le cose più semplici. Vediamo quel che accadrà”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nonostante non stia facendo nulla di così trascendentale al volante della sua Lotus, Kimi Raikkonen, grazie anche alla penalizzazione subita […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-250712-raikkonen.jpg Kimi Raikkonen si tuffa verso Budapest: “Siamo fiduciosi della nostra competitività”