Classificatosi al dodicesimo posto con un bottino di 32 punti nel Mondiale F.1 edizione 2010, il giapponese Kamui Kobayashi, di fatto esordiente nel Circus iridato sul finire del 2009 al volante della Toyota, è stato eletto nei tradizionali ‘Autosport Awards’ di fine stagione miglior rookie dell’anno.

Ritengo che per un pilota ci sia sempre l’opportunità di tentare un sorpasso – ha spiegato il 24enne driver originario di Amagasaki, raggiante sul palco del Grosvenor House Hotel di Londra – anche se ovviamente in F.1 non è così scontato mettere in pratica questo assunto, perché le odierne monoposto non agevolano certo il compito a chi si trova a dover cogliere un’occasione”.

Interpellato in merito al sorpasso più esaltante del campionato, l’alfiere della Sauber non ha avuto dubbi nel riferirsi alla manovra compiuta ai danni del ferrarista Fernando Alonso nel Gran Premio d’Europa disputato sul circuito cittadino di Valencia lo scorso 27 giugno: “Raggiungere e superare un avversario del valore di Alonso mi ha regalato sensazioni molto particolari”.

Un’altra soddisfazione, per il giovane Kobayashi, è stata quella di battere la concorrenza di Nico Hulkenberg e Vitaly Petrov in questa speciale graduatoria stilata da ‘Autosport’ al termine di una accurata indagine svolta dagli organizzatori tra gli appassionati di F.1. A premiare l’ex campione della GP2 Asia ci ha pensato Derek Bell, cinque volte vincitore nella 24 Ore di Le Mans.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Classificatosi al dodicesimo posto con un bottino di 32 punti nel Mondiale F.1 edizione 2010, il giapponese Kamui Kobayashi, di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/koba.jpg Kamui Kobayashi incoronato esordiente dell’anno agli Autosport Awards di Londra: “L’importante è provarci sempre”