Kamui Kobayashi a Monza non è riuscito a sfruttare la monoposto come ha invece fatto il suo compagno di box Sergio Perez. Se il messicano è giunto 2°, e se ci fosse stato qualche giro ulteriore avrebbe addirittura potuto vincere, il giapponese invece è rimasto a centro gruppo, conquistando sì 3 punti ma dando anche la sensazione di disporre di una Sauber non bilanciata allo stesso modo della sua gemella.

Comunque proprio le prestazioni italiane danno fiducia a Kobayashi per Singapore: “Dopo il nostro grande risultato a Monza, ciascuno nel team è molto motivato – ha analizzato – Singapore è un evento realmente speciale. Da gara notturna si è stabilizzata come uno dei fari stagionali. Personalmente mi piace il posto. Inoltre non è troppo lontano dal mio Paese natale, e ci sono sempre molti tifosi giapponesi. La pista è parecchio impegnativa con molte curve, la maggior parte delle quali sono lente. In passato questo tipo di tracciati non si adattava proprio alla nostra vettura, ma con la Sauber C31 di quest’anno le cose sono cambiate. Non vedo alcuna ragione per la quale non dovremmo essere competitivi”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Kamui Kobayashi a Monza non è riuscito a sfruttare la monoposto come ha invece fatto il suo compagno di box […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-150912-kobayashi.jpg Kamui Kobayashi fiducioso per Singapore: “Con questa Sauber possiamo tutto”