Fra le grandi sorprese di questo Gran Premio del Belgio sicuramente bisogna annoverare Kamui Kobayashi, capace di conquistare per la prima volta in carriera la prima fila in qualifica in Formula 1. Già nel corso della mattinata la Sauber aveva dimostrato di disporre un ottimo pacchetto e soprattutto Sergio Perez aveva dato ottime risposte nel corso della Q1 e della Q2.

Invece ad uscire nel turno finale è stato il giapponese, che certamente non nasconde la sua gioia: “Sono molto felice per il team e per me stesso – ha dichiarato ai media – Ci sentivamo abbastanza positivi prima di venire qui, ma penso sia onesto dire che non ci aspettavamo di essere 2° e 5° in qualifica. Abbiamo avuto gare ottime quest’anno, ma la qualifica è stata una debolezza ed i ragazzi hanno svolto un gran lavoro per migliorare questo aspetto. Voglio ringraziarli moltissimo”.

Chissà che Kamui domani non possa fare lo scherzetto anche a Jenson Button: “Dopo non aver avuto tempo per imparare molto in entrambe le prove libere del venerdì a causa della pioggia, come tutti gli altri la nostra prima prova asciutta è stata questa mattina e dopo la terza sessione di libere sapevamo di essere parecchio competitivi – ha raccontato – Sarò in prima fila domani e questo è certamente bello, però non otteniamo punti per ciò. Il podio deve essere l’obiettivo e per raggiungerlo abbiamo una lunga strada da compiere. Dobbiamo controllare la gestione delle gomme e la strategia giusta e non possiamo permetterci il più piccolo errore”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Fra le grandi sorprese di questo Gran Premio del Belgio sicuramente bisogna annoverare Kamui Kobayashi, capace di conquistare per la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-010912-kobayashi.jpg Kamui Kobayashi 2° in griglia: “Il podio deve essere l’obiettivo”