Jules Bianchi ha ammesso un certo rammarico per non aver ottenuto un sedile al volante della Sauber. Il transalpino infatti riteneva che questo traguardo fosse possibile e che sarebbe stato fondamentale nella sua crescita come pilota. Invece per ora deve accontentarsi del ruolo di riserva in Ferrari, con la speranza magari di ricevere una chiamata da qualche team minore, compresi Williams e HRT che hanno ancora un abitacolo disponibili.

Bianchi crede di avere le potenzialità per debuttare nel Circus, ma la strada svizzera si è rivelata non percorribile: “Mi sento pronto per la Formula 1 nel 2012, ma devo rimanere coi piedi per terra – ha riconosciuto – È un po’ dura, ma questa è la Formula 1. Non è stato possibile essere alla Sauber, poiché Perez e Kobayashi sono sotto contratto per un po’. Sarebbe stata un’opportunità molto buona, però così non è stato”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Jules Bianchi ha ammesso un certo rammarico per non aver ottenuto un sedile al volante della Sauber. Il transalpino infatti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/f1-040112-bianchi.jpg Jules Bianchi spiaciuto di non andare in Sauber: ” Non è stato possibile”