Jos Verstappen, il pilota olandese che fra il 1994 ed il 2003 ha disputato 106 corse al volante di Benetton, Simtek, Footwork, Tyrrell, Stewart, Arrows e Minardi, è tornato prepotentemente a far parlare di sé. Infatti, ritornando proprio al suo esordio in Formula 1, ha affermato come la sua Benetton fosse conforme alle regole, mentre quella gemella, guidata da Michael Schumacher fino al Titolo Mondiale vinto all’ultima gara ad Adelaide dopo l’incidente con Damon Hill (in foto, ndr), sia stata aiutata da alcuni aiuti elettronici illegali.

Verstappen non ha usato giri di parole in quanto ha dichiarato: “So quello che successe quando eravamo alla Benetton – ha subito affermato ai media olandesi – La gente pensa che stia cercando scuse ma so che la sua macchina era differente dalla mia. Ho sempre pensato che fosse impossibile; ho frenato al limite ed ho preso le curve sempre al massimo, dunque come poteva Schumacher fare quel che ha fatto? C’era qualcosa di sbagliato”.

Il 40enne che ora sta ricoprendo il ruolo di manager ha poi aggiunto particolari: “Ci sono stati alcuni aiuti elettronici di guida – ha ricordato successivamente – Non è mai stato menzionato, ma ne sono convinto e quando in seguito ho chiesto a Flavio Briatore lui mi ha risposto “Non parliamone”, dunque ne so abbastanza. Come chiunque altro, anche Michael dipende dalla sua auto. Per la maggior parte della gente lui è stato uno Dio, però lui non è un superuomo: nei go-kart non mi ha mai battuto”.

Non sapremo forse se ciò sarà vero o meno, ma aspettiamoci reazioni immediate dai diretti interessati.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Jos Verstappen, il pilota olandese che fra il 1994 ed il 2003 ha disputato 106 corse al volante di Benetton, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-071211-verstappen.jpg Jos Verstappen accusa: “La Benetton di Schumi nel 1994 era illegale”