Nato a Frome, cittadina britannica di ventimila abitanti ubicata nella contea del Somerset, il 19 gennaio di trent’anni fa, l’alfiere della McLaren Jenson Button non ha nascosto di inseguire nel Gran Premio d’Inghilterra in programma a Silverstone tra una decina di giorni il suo primo successo davanti al pubblico di casa, che lo vide esordire nella F.Ford locale in un 1998 costellato da numerose affermazioni.

Nel 2009 ho vinto il prestigioso Gran Premio di Monaco e mi sono aggiudicato il titolo mondiale – ha ricordato, non senza un pizzico di orgoglio, il nuovo acquisto della compagine di Woking – conquistare il successo nel Gran Premio di casa è una pietra miliare che al momento manca nel mio curriculum. Tutti vorrebbero vincere al cospetto del pubblico di Silverstone, in particolare noi piloti inglesi che possiamo contare sul supporto di tanti tifosi. Salire sul gradino più alto del podio in Inghilterra sarebbe davvero speciale, io non ci sono ancora riuscito ma spero di raggiungere l’obiettivo prima di concludere la carriera in F.1. Quest’anno la McLaren ha la grande opportunità di farcela”.

Con un po’ di sano egoismo, indispensabile nel caso di un pilota ormai avvezzo al duello per la vittoria, Button ammette di non voler lasciare il successo ad un collega del suo Paese: “Non sarei contento di vedere un altro driver britannico in trionfo a Silverstone, quel pilota devo essere io! Tra me e Lewis Hamilton la competizione è serrata, perché lui sa essere molto veloce e nelle ultime due gare ha concluso davanti. Anche per questo motivo desidero vincere a Silverstone, e lo stesso discorso si può applicare al mio compagno di squadra. Domenica 11 luglio daremo spettacolo, ci divertiremo e magari uno di noi due berrà lo champagne sul podio”.

L’inevitabile pressione, acuita dal fatto di gareggiare di fronte al proprio pubblico, non sembra infine preoccupare più di tanto Button: “Io e Lewis abbiamo ottenuto risultati importanti in questo sport, pertanto siamo abituati a convivere con la pressione. A Silverstone la situazione sarà quella di sempre, anzi, a motivarmi ulteriormente troverò i miei tifosi che sventoleranno sulle tribune la bandiera britannica. Mi aspetto di vivere un fine settimana indimenticabile, più speciale di quanto non siano state le ultime edizioni”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Nato a Frome, cittadina britannica di ventimila abitanti ubicata nella contea del Somerset, il 19 gennaio di trent’anni fa, l’alfiere […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-020710-031.jpg Jenson Button rivela: “Sono diventato campione del mondo, ora voglio vincere a Silverstone”