Sebbene la F.1 versione 2010, fondata sul divieto dei rifornimenti in gara e sull’imprevedibile comportamento degli pneumatici nelle diverse fasi di un Gran Premio, abbia già suscitato ampie polemiche per la preoccupante carenza di spettacolo vista nella ‘season opener’ di Sakhir, l’autorevole voce del campione del mondo in carica Jenson Button ha invece rimarcato la necessità di pazientare in attesa degli sviluppi futuri.  

Personalmente, da pilota non sto pensando a come risolvere la situazione – ha spiegato con onestà Button – perché a mio parere è necessario attendere e vedere cosa accadrà nelle prossime gare. La F.1 del 2010 ha disputato una sola tappa, in Bahrain, ma qualcuno già grida alla fine del mondo. Ci sono 18 Gran Premi davanti a noi, e gli ingredienti per una stagione da vivere intensamente proprio non mancano”.  

Secondo quanto affermato dal portacolori della McLaren, le aspettative della vigilia erano forse troppe: “Tutti pensavano che il Mondiale 2010 sarebbe stato fantastico fin dalla prima gara, il che ha contribuito a creare aspettative eccessivamente alte. Il Circus della F.1 si è così riversato la pressione addosso con largo anticipo, poi però in Bahrain il risveglio è stato indubbiamente brusco”.  

Quasi a voler supportare lo ‘sfogo’ di Button, interviene il suo compagno di colori Lewis Hamilton: “A Melbourne sarà diverso, visto che il circuito è più interessante rispetto a quello di Sakhir. Non sarà comunque facile effettuare dei sorpassi, ma sono convinto che alla domenica ci divertiremo”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Sebbene la F.1 versione 2010, fondata sul divieto dei rifornimenti in gara e sull’imprevedibile comportamento degli pneumatici nelle diverse fasi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/jensof.jpg Jenson Button non è preoccupato dalla carenza di spettacolo: “Diamo alla F1 versione 2010 il tempo di crescere”