Jean Todt ha annunciato il proprio programma di candidatura per la presidenza della FIA. Fra gli obiettivi del francese, innanzitutto, c'è la volontà di rivedere l'organizzazione dell'apparato istitutivo, anche introducendo una serie di commissioni per supervisionare i vari campionati sotto l'egida della stessa Federazione.

L'ex direttore sportivo della Ferrari ritiene che la trasparenza nella gestione dell'organo supremo dell'automobilismo sia uno dei punti chiave per il futuro. "Nei prossimi quattro anni la FIA dovrebbe rafforzare le proprie fondamenta, ma anche essere pronta ad adattare il proprio management e la struttura decisionale per essere più efficiente, rapida e trasparente", ha sottolineato Todt nel proprio manifesto. "Proponiamo una revisione degli statuti FIA per renderli al passo coi tempi".

L'idea di creare una commissione che controlli il funzionamento delle serie patrocinate dalla Federazione (come Formula 1, Mondiale Rally o Mondiale Turismo), "ridurrebbe la necessità per il presidente o i suoi membri deputati di essere direttamente coinvolti nella gestione delle categorie, concentrando quindi le forze su altri settori strategici".

Il manager transalpino si è detto "fortemente incoraggiato" dal supporto sin qui ricevuto, ritenendosi fiducioso di aver tradotto in un piano concreto i desideri dei vari automobile club. "Abbiamo stabilito un importante dialogo con i membri della FIA, gli altri operatori del motorsport e della mobilità", ha spiegato Todt. "Siamo convinti che il nostro gruppo e la nostra politica possano consentire alla FIA di avviare un processo di rinnovamento".

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Jean Todt ha annunciato il proprio programma di candidatura per la presidenza della FIA. Fra gli obiettivi del francese, innanzitutto, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_todtfia.jpg Jean Todt presenta i propri piani per la candidatura alla presidenza FIA