Jean-Eric Vergne si attende un quadro più chiaro sui rapporti di forza in Formula 1 a partire dal prossimo Gran Premio in Cina. Il pilota francese ritiene infatti che al momento rimangano parecchie incognite da risolvere, visto che il meteo variabile ha rimescolato le carte nei primi due round iridati.

“Molte persone dicevano che in Malesia, su una pista vera, avremmo avuto un’indicazione attendibile sui valori in campo. Ad essere onesto, vista la pioggia, il caldo e tutto il resto, penso che in realtà sia ancora troppo presto per esprimersi”, ha commentato il portacolori della Toro Rosso.

“Se a Shanghai le temperature fossero buone potremmo avere un panorama più definito: lo scorso anno però fece decisamente freddo, quindi chissà”.

Vergne, con il 10° posto ottenuto a Sepang, ha regalato a se stesso e alla squadra il primo punto del 2013. Un risultato che per il giovane transalpino vale doppio: “Non ho problemi ad ammettere che non si tratta della mia pista preferita, dove non riesco ad ambientarmi bene. Eppure qui ho concluso a punti due volte su due, forse va meglio di come penso!”.

Da qui bisogna costruire la crescita: “Il passo della macchina è incoraggiante, a Sepang ho marcato il quarto miglior giro. Sì, avevo un nuovo set di gomme morbide e serbatoio scarico, ma in quel momento era così per tutti. Il merito è senza dubbio della vettura”.

“Credo che sia necessario massimizzare la prestazione al venerdì o in qualifica, è lì che dobbiamo migliorare. In ogni caso il ritmo in corsa è buono, e questo ci dà fiducia nell’andare avanti”.


Stop&Go Communcation

Dopo il 10° posto di Sepang, Jean-Eric Vergne si attende un quadro più chiaro sui rapporti di forza in Formula 1 a partire dal prossimo Gran Premio in Cina.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-vergne-tororosso-020413-01.jpg Jean-Eric Vergne: “In Cina forse un quadro più chiaro”