Manca ancora l’ufficialità, ma Jarno Trulli sembra definitivamente destinato a proseguire l’avventura alla Lotus nella prossima stagione. In queste settimane non è mancata qualche indiscrezione sul sedile occupato dall’abruzzese, ritenuto oggetto di altre trattative a questo punto, però, dissoltesi in una bolla di sapone.

Intervistato da BBC Radio Norfolk, Trulli ha confermato di essere in procinto di cominciare il lavoro sulla nuova vettura della scuderia anglo-malese, che sarà dotata come noto di propulsore Renault e del retrotreno Red Bull. “Fra qualche giorno sarò nella sede del team per preparare la scocca, l’abitacolo e il sedile della macchina 2011. Dopodiché, probabilmente, mi prenderò una pausa assieme alla famiglia. Penserò solo a rilassarmi”.

Quella appena conclusa è stata senza dubbio l’annata più ostica vissuta dal pilota di Pescara in Formula 1: la prima della carriera conclusa a 0 punti, nonché caratterizzata da una moltitudine di ritiri per problemi tecnici. “È davvero difficile trovare un momento da ricordare, ma posso citare il grande week-end in Brasile”, commenta Jarno. “Era stato quasi perfetto. Mi sono qualificato bene, ma purtroppo in gara ho accusato un altro guasto. Il mio ritmo però era incredibilmente veloce”.

“Sul finale della stagione ho trovato qualche accorgimento per l’assetto che mi ha permesso di fare un buon passo avanti sul piano delle prestazioni. Nel complesso sono contento, anche se è stata decisamente dura”.

La Lotus si è consacrata come la più competitiva fra le tre compagini debuttanti, viaggiando regolarmente davanti alle dirette rivali Virgin Racing e Hispania. Standard comunque lontani da quelli a cui Trulli era abituato nelle precedenti esperienze con Renault e Toyota. “Il salto indietro è stato notevole, ma in ogni caso ho sempre cercato di tirare fuori il massimo da me stesso e della macchina. Mi sono riuscito comunque a divertire. Bisogna sempre avere le motivazioni per arrivare al limite, senza guardare la posizione in cui ci si trova”, ha rimarcato il driver azzurro.

Quanto ai primi test affrontati ad Abu Dhabi con le coperture Pirelli, Trulli ha dichiarato: “Sono state prove molto positive, anche se ovviamente c’è parecchio da fare. Abbiamo raccolto una grande quantità di informazioni da mettere a frutto, specialmente per affinare la maneggevolezza della monoposto”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Manca ancora l’ufficialità, ma Jarno Trulli sembra definitivamente destinato a proseguire l’avventura alla Lotus nella prossima stagione. In queste settimane […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-241110-02.jpg Jarno Trulli verso la permanenza in Lotus. L’abruzzese fa il bilancio della stagione 2010