Ancora a zero punti nella stagione 2011, Jarno Trulli alla vigilia del Gran Premio d’Europa, si mostra ottimista per l’appuntamento sul tracciato cittadino di Valencia.

La prestazione nella travagliata gara di Montreal, caratterizzata da una disavventura avvenuta all’interno dell’abitacolo, ha soddisfatto l’abruzzese, malgrado il 17° posto: “Nonostante la posizione finale, in Canada, ero davvero soddisfatto della mia prestazione durante tutto il weekend”, ha commentato Jarno. “È stata una gara difficile, e ho già detto che penso che la FIA abbia preso le decisioni giuste, le vetture erano inguidabili in quelle condizioni, ma si è scelto sempre il momento giusto per fermare la corsa e per far entrare la safety-car”.

Poi il pilota del Team Lotus ha spiegato l’imprevisto avvenuto in abitacolo: “Ho finito la gara con l’inerter penzoloni tra le gambe, avere un grosso blocco di metallo appeso e in bilico non è una bella sensazione, mi ha condizionato e non sono riuscito a spingere come avrei voluto”.

Per Jarno tutta l’attenzione ora si sposta sulla tappa valenciana: “È un altro circuito cittadino, e una bella sfida per noi piloti”. Valencia è simile al Canada, anche se la superficie della pista ha una grande evoluzione durante il fine settimana”, ha spiegato Trulli. “Si inizia con asfalto polveroso il venerdì, ma man mano che la pista si pulisce il grip aumenta e i tempi sul giro scendono sensibilmente”.

“È un tracciato stop and go, con lunghi rettilinei e brusche frenate, qui la prima marcia viene usato molto di più che nella maggior parte degli altri circuiti del campionato, e l’usura dei freni è molto alta. Non vedo l’ora di scendere in pista”, ha aggiunto l’italiano.

Andrea D’India


Stop&Go Communcation

Ancora a zero punti nella stagione 2011, Jarno Trulli alla vigilia del Gran Premio d’Europa, si mostra ottimista per l’appuntamento […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-220611-02.jpg Jarno Trulli: “Valencia è una bella sfida per noi piloti”