Non si può certo asserire che nei dodici Gran Premi fin qui disputati al volante della new entry Lotus il 36enne Jarno Trulli, 231 presenze in F.1 impreziosite da una vittoria ottenuta a Monaco nel 2004 e da quattro pole position, abbia avuto vita facile nell’instradare il team di matrice malese sulla via della competitività, eppure il coriaceo pilota abruzzese ha rivelato in una intervista concessa ad ‘AutoBild’ di non voler nemmeno prendere in considerazione l’ipotesi di un ritiro anticipato.

In tutta onestà non sono in grado di dire quando lascerò questo sport – ha spiegato Trulli, di fatto già confermato dal responsabile tecnico Mike Gascoyne alcune settimane or sono – se all’improvviso mi accorgessi di non riuscire più ad essere abbastanza veloce, di sicuro non ci sarebbero ragioni per continuare. Il 2010 alla Lotus è difficile da accettare, ma davanti a me ho la prospettiva del 2011, quando mi aspetto di guidare una monoposto migliore di quella attuale”.

Consapevole di dover pazientare al fine di vedere i risultati del lavoro compiuto nella sede del Norfolk da Gascoyne e soci, con una parte dell’organigramma Force India che nel 2011 si trasferirà in massa nelle file della Lotus, Trulli non è comunque sicuro di concludere la propria carriera in F.1 nel team di proprietà dell’imprenditore Tony Fernandes: “Ho accettato di correre per la Lotus dal momento che i piani della scuderia sono a lungo termine. L’anno venturo proseguirò con loro visto che tutti stanno lavorando nella giusta direzione, ma non posso sapere quale sarà la situazione nel 2012”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Non si può certo asserire che nei dodici Gran Premi fin qui disputati al volante della new entry Lotus il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/trullig1.jpg Jarno Trulli rivela: “Il ritiro dal Circus? Non ci penso proprio…”