E’ uno Jarno Trulli estremamente realista quello che dopo aver provato la nuova Lotus per due giorni nei test di Barcellona ammette di non potere al momento contare su una monoposto in grado di rivaleggiare con i teams di già consolidata tradizione in F.1. 

Il ritmo della T127 non ci soddisfa – ha spiegato Trulli – ma ci troviamo in questa situazione e pertanto dovremo far fronte al problema. Abbiamo ancora molto lavoro da svolgere. Il tempo è poco e onestamente non si poteva pretendere di più da una squadra al debutto nel Mondiale”. 

Secondo quanto dichiarato dal 35enne abruzzese, la Lotus è pronta ad affrontare un Gran Premio ma non a battagliare ad armi pari con le principali realtà del campionato: “Correre in Bahrain tra due settimane non ci spaventa, l’unico guaio è che per ora possiamo soltanto puntare a giocarcela con la Virgin. Nelle prime gare soffriremo parecchio, poi però mi aspetto un netto miglioramento a partire dalla cosiddetta stagione europea”. 

Nessuna incertezza, infine, sull’affidabilità della monoposto progettata da Mike Gascoyne: “Da questo punto di vista non dovrebbero esserci sorprese. Al Montmelò ho vissuto due giornate piuttosto intense, e i chilometri percorsi di certo torneranno utili. Puntiamo a compiere dei significativi progressi in diverse aree, ma bisognerà avere pazienza. I risultati arriveranno in seguito”. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

E’ uno Jarno Trulli estremamente realista quello che dopo aver provato la nuova Lotus per due giorni nei test di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/jarnon.jpg Jarno Trulli rivela: “A inizio stagione la Lotus potrà competere soltanto con la Virgin”