Nonostante gli ultimi aggiornamenti per il servosterzo abbiano reso la macchina più guidabile, il Gran Premio d’Ungheria di Jarno Trulli non è stato certamente fra quelli da ricordare, a causa di una qualifica sulla falsariga delle precedenti ed un ritiro prematuro. L’italiano del Team Lotus comunque è apparso positivo in vista della seconda parte di stagione.

Trulli comunque è tornato sulla corsa di domenica per compiere un’analisi più ampia: “Una marea di pit stop, sorpassi, scelte strategiche giuste o sbagliate, emozioni, colpi di scena, cambi di posizione, accadeva di tutto, forse anche troppo, ma almeno adesso nessuno parlerà più di Formula Noia, le gare quest’anno sono avvincenti, spettacolari, divertenti e non ti puoi distrarre neanche un minuto – ha dichiarato – Si voleva lo show e lo spettacolo in uno sport è anche questo, aumentare l’imprevedibilità, non dare nulla per scontato”.

Jarno ritiene che il Campionato, nonostante il dominio di Vettel, stia fornendo spunti interessanti: “Al di là di tutto comunque questo Mondiale mi piace, credo non sia mai stato così divertente, in ogni gara abbondano i colpi di scena – ha proseguito nella disamina – L’unica controindicazione è che forse si perde un po’ l’esatta prestazione del pilota, il giudizio nei suoi confronti è molto più arduo. Per una corretta valutazione bisogna stare attenti ad ogni particolare, cosa che probabilmente solo noi addetti ai lavori e frequentatori del paddock possiamo fare”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nonostante gli ultimi aggiornamenti per il servosterzo abbiano reso la macchina più guidabile, il Gran Premio d’Ungheria di Jarno Trulli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-020811-trulli-ungheria.jpg Jarno Trulli: “Nessuno parlerà più di Formula Noia”