Prima di ripartire alla volta dell’India, Jamie Alguersuari ha trascorso un week-end da spettatore d’eccezione al Rally di Catalunya.

Il portacolori della Toro Rosso si è decisamente divertito nell’osservare i colleghi del WRC, raccontando: “Vivo qui vicino, a Barcellona, e non essendoci concomitanze con la Formula 1 sono venuto a vedere. Sono inoltre buon amico con Dani Sordo (pilota della Mini, ndr).

Il giovane driver spagnolo è rimasto colpito dalla guida dei rallysti: “Non mi aspettavo che avessero tutto quel grip le vetture. I piloti non mettono mai la macchina di traverso, sono puliti come si fa in Formula 1. È davvero impressionante, specialmente perché non conoscono realmente cosa c’è dopo la curva”.

“È per quest, credo, che Kimi (Raikkonen, ndr) sia un po’ soffrendo. È una differente filosofia rispetto a quella a cui siamo abituati”.

All’idea di saggiare una World Rally Car, Alguerusari risponde: “Sicuramente mi piacerebbe, ma penso che per adesso sia meglio rimanere dove sono… forse ci penseremo in futuro!”.

Infine, un confronto sui due paddock: “Sono molto diversi. Ed è questo che mi è piaciuto di più, il fatto che sia tutto più aperto. La gente può vedere i corridori e le auto da vicino, per lo spettacolo è fantastico”.


Stop&Go Communcation

Prima di ripartire alla volta dell’India, Jamie Alguersuari ha trascorso un week-end da spettatore d’eccezione al Rally di Catalunya. Il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-241011-04.jpg Jaime Alguersuari ospite al Rally di Catalunya: “Provare una WRC? Forse in futuro!”