Travolto dalle numerose voci circolate negli ultimi giorni sul progetto Villeneuve Racing che vedrebbe l’ex campione del mondo di F.1 1997 nelle doppie vesti di pilota e proprietario di una sua squadra nel Mondiale 2011, l’ex driver di casa Bmw scaricato dalla Casa di Monaco di Baviera nel corso del 2006 per fare spazio all’allora esordiente Robert Kubica non ha potuto evitare di chiarire alcuni aspetti dell’ambizioso piano potenzialmente in grado di riportare nel Circus un nome storico dell’automobilismo internazionale.

Al momento so che girano parecchie speculazioni sul mio conto – ha attaccato il 39enne canadese, che quest’anno intende tenersi in allenamento disputando alcuni eventi posti sotto l’egida della Nascar – quindi preferisco rivelare qualche dettaglio dell’operazione affinché la situazione non sfugga di mano. Il team col quale punto a entrare in F.1 nel 2011 si baserà su una joint venture con la Durango di Ivone Pinton, e la sede della scuderia non sarà in Italia. Per essere ulteriormente chiaro, il supporto finanziario arriverà dagli accordi con gli sponsor e non da investitori privati”.

Le esternazioni del figlio del compianto Gilles allontanano quindi le ipotesi, riportate piuttosto goffamente da certa stampa, secondo cui il libico Al Saadi Gheddafi, erede dell’uomo forte Muammar nonché ex calciatore di Perugia, Udinese e Sampdoria, sarebbe stato pronto ad assumere un ruolo nel management della Villeneuve Racing.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Travolto dalle numerose voci circolate negli ultimi giorni sul progetto Villeneuve Racing che vedrebbe l’ex campione del mondo di F.1 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ville91.jpg Jacques Villeneuve fa le prime ammissioni sul team che vorrebbe portare al debutto in F1 nel 2011