Duello infinito tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton: settantuno giri tiratissimi per la penultima puntata del derby Mercedes che si chiude con il trionfo di Rosberg per un secondo e mezzo sul diretto rivale per il mondiale.

Hamilton ha provato fino all’ultimo a strappare la vittoria a Rosberg, ma è forse mancato nel momento decisivo della seconda sosta ai box: rimasto fuori per due giri in più, con crono che sembravano metterlo in condizione di saltare davanti al compagno di squadra, Hamilton è però finito in testacoda alla curva 4, perdendo all’incirca 6 secondi che hanno consentito a Rosberg di gestire meglio le gomme nello stint centrale.

Dopo questa domenica, l’ultima prima del gran finale di “Abi Double” come viene soprannominato l’ultimo GP a punti doppi sulla pista di Abu Dhabi, Hamilton guida la classifica mondiale con diciassette punti sul compagno di squadra, costringendo così Rosberg a vincere e sperare in un Hamilton che non finisca secondo nell’ultima gara dell’anno.

Chiuso il discorso Mercedes, come al solito inarrivabile per il resto del gruppo, si apre la gara degli altri: a vincerla, arrivando a podio per la seconda volta in stagione, è Felipe Massa.
L’idolo locale, dopo aver anche scontato una penalità per eccesso di velocità in pit-lane, ha recuperato la sua terza posizione con una bella rimonta chiudendo a quaranta secondi dalla coppia di testa, ma ben in vantaggio sul resto del gruppo.

Un gruppo che ha dato vita ad una gara sicuramente divertente e spettacolare, con Jenson Button che ha risollevato le sorti di una McLaren apparsa in crisi ieri in qualifica e oggi invece particolarmente brillante. L’inglese ha preceduto Vettel, intelligente a liberarsi di Fernando Alonso anticipando la sua seconda sosta: l’asturiano nel finale è stato impegnato da un bel duello col compagno di squadra Raikkonen, che gli era saltato davanti provando una strategia con un pit-stop in meno.

Raikkonen non ha potuto nulla contro le gomme più fresche della Ferrari #14, ma ha comunque guadagnato tre posizioni rispetto al sabato riuscendo a mettersi dietro Hulkenberg, Magnussen e Bottas, solo decimo dopo ben due pit-stop al rallentatore del team Williams.

Il finlandese così si prende l’ultimo punto a disposizione, escludendo per soli sei decimi dalla Top 10 la Toro Rosso di Kvyat, calata nelle prestazioni dopo una buona qualifica. Il russo si è classificato davanti a Maldonado e al compagno di squadra Vergne.

Più staccati Gutierrez, quattordicesimo davanti a Perez e Sutil, con quest’ultimo partito dai box per problemi tecnici sulla sua Sauber.

Due soli i ritirati: Romain Grosjean, fermo a sette giri dalla bandiera a scacchi per un problema al motore, e Daniel Ricciardo, che poteva lottare per una buona posizione a punti ma è stato fermato dalla rottura di una sospensione sulla sua Red Bull.

GP Interlagos, Gara – Classifica:

1. Nico Rosberg – Mercedes
2. Lewis Hamilton – Mercedes – +1.4
3. Felipe Massa – Williams-Mercedes – +41.0
4. Jenson Button – McLaren-Mercedes – +48.6
5. Sebastian Vettel – Red Bull Racing-Renault – +51.4
6. Fernando Alonso – Ferrari – +61.9
7. Kimi Räikkönen – Ferrari – +63.7
8. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – +63.9
9. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – +70.0
10. Valtteri Bottas – Williams-Mercedes – +1 Giro
11. Daniil Kvyat – STR-Renault – +1 Giro
12. Pastor Maldonado – Lotus-Renault – +1 Giro
13. Jean-Eric Vergne – STR-Renault – +1 Giro
14. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – +1 Giro
15. Sergio Perez – Force India-Mercedes – +1 Giro
16. Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – +1 Giro

Ritirati
Romain Grosjean – Lotus-Renault – Motore
Daniel Ricciardo – Red Bull Racing-Renault – Sospensione

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Duello infinito tra Rosberg e Hamilton: settantuno giri tiratissimi per la penultima puntata del derby Mercedes che si chiude con il trionfo di Rosberg.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/11/bra_2014_gara_hamilton.jpg Interlagos, Gara: Rosberg vince il duello con Hamilton in Brasile