In una gara che ha regalato pochi di scena, è Nico Rosberg a passare per primo sotto la bandiera a scacchi, davanti a Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

Il tedesco non ha commesso errori e ha corso una gara “di controllo” sul suo compagno di squadra, unico a impensierirlo per la vittoria finale; solamente alla partenza e nella parte centrale della gara l’inglese si è dimostrato pericoloso, ma alla fine si è accontentato della seconda piazza.
Dopo un week-end da dimenticare in Messico, la Ferrari è sul podio grazie al proprio pilota tedesco, mentre Kimi Raikkonen si è classificato al 4° posto e ultimo dei non doppiati; infatti Valtteri Bottas, 4° a fine gara, è il primo dei doppiati, dimostrando la superiorità schiacciante delle Mercedes.

Rientra nella zona punti Nico Hulkenberg (6°), seguito da Daniil Kvyat, Felipe Massa – su cui pende un’investigazione per un’irregolarità nella verifica delle gomme prima del via -, un ottimo Romain Grosjean dopo le qualifiche di ieri e Max Verstappen, che ha regalato un bel sorpasso all’esterno della prima curva su Sergio Perez.

Niente da fare per Pastor Maldonado e Daniel Ricciardo, che hanno terminato 11° e 12° dopo una buona gara; il venezuelano della Lotus, partito 15°, era riuscito a risalire all’interno della top-10 ma successivamente è stato sopravanzato fino ad uscirne fuori, mente per l’australiano della Red Bull è stata tutta una corsa in salita partendo dalla penultima posizione per la sostituzione del motore prima delle qualifiche di ieri.

Se per tutto il week-end ha subìto problemi di vario genere, Fernando Alonso è comunque riuscito a concludere il Gran Premio al 16° posto, dietro al compagno di squadra Jenson Button. Unico ritirato della gara è Carlos Sainz, partito dalla pit-lane dopo aver accusato alcuni problemi sulla sua vettura e successivamente ritiratosi al 1° giro dopo appena quattro curve.

Prossimo appuntamento per il 29 novembre con l’ultimo Gran Premo stagionale sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi.

Interlagos, Gara – Classifica finale (dopo 71 giri)

1) Nico Rosberg (Mercedes) in 1:31’09″090
2) Lewis Hamilton (Mercedes) a +7”756
3) Sebastian Vettel (Ferrari) a +14”244
4) Kimi Raikkonen (Ferrari) a +47”543
5) Valtteri Bottas (Williams-Mercedes) a +1 giro
6) Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes) a +1 giro
7) Daniil Kvyat (Red Bull-Renault) a +1 giro
8) Felipe Massa (Williams-Mercedes) a +1 giro
9) Romain Grosjean (Lotus-Mercedes) a +1 giro
10) Max Verstappen (Toro Rosso-Renault) a +1 giro
11) Pastor Maldonado (Lotus-Mercedes) a +1 giro
12) Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) a +1 giro
13) Sergio Perez (Force India-Mercedes) a +1 giro
14) Felipe Nasr (Sauber-Ferrari) a +1 giro
15) Jenson Button (McLaren-Honda) a +1 giro
16) Fernando Alonso (McLaren-Honda) a +1 giro
17) Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) a +2 giri
18) Will Stevens (Manor-Ferrari) a +4 giri
19) Alexander Rossi (Manor-Ferrari) +4 giri

Ritirati
Carlos Sainz (Toro Rosso-Renault) problema tecnico

Luca Basso


Stop&Go Communcation

In una gara che ha regalato pochi di scena, è Nico Rosberg a passare per primo sotto la bandiera a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/11/f1-rosberg-mercedes-15112015-1-1024x683.jpg Interlagos, Gara: dominio incontrastato di Rosberg