A seguito di un errore da parte dei commissari di gara, il Gran Premio di Cina è stato accorciato di due giri rispetto ai 56 stabiliti.

Durante il 55esimo passaggio, infatti, è stata sventolata erroneamente la bandiera scacchi davanti ad un incredulo Lewis Hamilton, il quale ha subito chiesto spiegazioni.

Secondo il regolamento“Per qualsiasi motivo il segnale di fine gara sia dato prima che la vettura di testa abbia completato il numero di giri previsti, o che il tempo prescritto sia terminato, la gara verrà considerata conclusa quando la vettura di testa ha tagliato il traguardo per l’ultima volta prima che fosse dato il segnale“.

La classifica, dunque, fa fede alle posizioni al momento della prima esposizione della white-chekered flag. Nessun cambiamento per la top10, a farne le spese è stato soltanto lo sfortunato Kamui Kobayashi (Caterham) a cui non è stato riconosciuto il sorpasso fatto nei confronti di Jules Bianchi (Marussia) nel corso durante l’ultimo passaggio.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Clamoroso errore dei commissari in Cina, la gara è stata accorciata di due giri […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/Force-India03.jpg Incredibile gaffe FIA: GP di Cina accorciato di due giri