Galvanizzato dalle positive performances messe in mostra dalla Sauber nel corso delle prove pre-stagione, il giapponese Kamui Kobayashi, protagonista di un memorabile esordio in F.1 avvenuto a fine 2009 su Toyota, si dice convinto di poter ambire ad un piazzamento a ridosso del podio nel Gran Premio inaugurale della stagione 2010 previsto in Bahrain il 14 marzo.  

Dobbiamo andare subito a punti – ha attaccato Kobayashi – un ottavo o un nono posto non sono abbastanza. Il nostro obiettivo è quello di andare ad occupare le posizioni a ridosso della top 3, e non escludo in talune circostanze di riuscire anche a salire sul podio. Non abbiamo timori reverenziali nei confronti delle altre scuderie, nemmeno se si chiamano Ferrari, Mercedes, McLaren e Red Bull”. 

Il 23enne driver originario di Amagasaki, già campione della GP2 Asia 2008-09, ritiene che l’ultima tornata di test andata in scena al Circuit de Catalunya di Barcellona dal 26 al 28 febbraio ha lasciato emergere i reali valori in campo: “I test al Montmelò si sono rivelati estremamente produttivi. A Valencia e Jerez tutte le squadre hanno incontrato vari problemi a trovare il limite, poi però noi della Sauber siamo riusciti a rispettare il programma nella determinante sessione di Barcellona. La competitività raggiunta dalla C29 non mi sorprende, e per quanto mi riguarda resto fiducioso in vista della ‘season opener’ di Sakhir”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Galvanizzato dalle positive performances messe in mostra dalla Sauber nel corso delle prove pre-stagione, il giapponese Kamui Kobayashi, protagonista di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/kob1.jpg In Bahrain Kamui Kobayashi punta ad ottenere un piazzamento a ridosso del podio