Dopo non aver trovato posto in Formula 1, al termine di una seconda metà di 2009 che l'ha visto esordire come sostituto di Nelsinho Piquet in Renault, Romain Grosjean si è lanciato in una nuova avventura: quella di prendere parte al Mondiale FIA GT1, al volante della Ford GT schierata dal team Matech. Nel round d'apertura ad Abu Dhabi il pilota francese è stato grande protagonista in equipaggio con Thomas Mutsch, dando spettacolo a suon di sorpassi e riuscendo addirittura a vincere al debutto la Championship Race.

Intervistato dal quotidiano "France Soir", il transalpino torna sull'esperienza nella massima categoria: "Mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato". Grosjean ha pagato con l'esclusione dal team le performances al di sotto delle aspettative, dopo quanto fatto vedere in GP2 e F3 Euro Series, ma anche l'onda lunga dello scandalo crash-gate e la rivoluzione nella proprietà all'interno della compagine di Enstone. "Con tutte le difficoltà che erano sorte, non è stato facile. Loro (la Gravity, ndr) volevano tagliare i ponti con il passato".

"Il mio obiettivo è tornare in F1 nel 2011, non ho perso la speranza", sottolinea comunque il driver originario di Ginevra. "Quando riguardo i miei risultati, e vedendo che ora Fernando Alonso è alla Ferrari, penso di poter meritare ancora un sedile. Non sono mai stato dietro più di due o tre decimi rispetto a lui, il mio ritmo era tutt'altro che ridicolo".

Il 24enne franco-svizzero aggiunge: "Sono ancora in contatto con il nuovo team principal Eric Bouillier, con cui ho un rapporto di stima reciproca. Quando tornerò in Europa mi farò un giro nel paddock per intrattenere altre discussioni e vedere se può aprirsi qualche scenario interessante".

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Dopo non aver trovato posto in Formula 1, al termine di una seconda metà di 2009 che l'ha visto esordire […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-200410-02.jpg Impegnato ora nel FIA GT1, Romain Grosjean dichiara: “Non ho perso la speranza di tornare in F1 nel 2011”