Per Lewis Hamilton, dopo la 150° pole position nella storia della McLaren, è giunta la 19° affermazione in Formula 1 e soprattutto un successo che gli restituisce morale nella rincorsa a Fernando Alonso nel Mondiale. Dopo il successo in Canada infatti l’inglese aveva ottenuto solo 4 punti nelle ultime tre corse, scivolando indietro in graduatoria, ma questo trionfo lo ripaga anche di qualche sfortuna avuta negli ultimi tempi.

Hamilton è stato il dominatore del weekend, sebbene in gara abbia dovuto soffrire con le Lotus: “Bene, cosa posso dire?! – ha esultato con gioia – Sono sulla luna! Il team ha fatto un lavoro fantastico! Assolutamente brillante! È stata una corsa davvero divertente, ma niente affatto facile. Infatti riconosco come sia stata una delle più dure gare che abbia mai guidato, però penso che con ciò abbia un ulteriore gusto. Sono stato molto sotto pressione durante tutti i 69 giri. Prima Romain Grosjean e poi Kimi Raikkonen sono stati proprio dietro di me, e dovevo badare alle mie gomme senza lasciar diminuire il mio passo, il che è stato parecchio insidioso a volte. Non è una situazione statica quando un GP va in questo modo”.

Il pilota della McLaren ha descritto inoltre quanto provato dall’abitacolo: “La sensazione della macchina stava cambiando tutte le volte – ha aggiunto – Avevi diversi messaggi dalle gomme a ogni giro. Ma sono durate, sono riuscito a conservarle. È stato un caso di gestire il gap alle mie spalle, ogni tornata. In particolare, dovevo fare in modo che a ogni giro avessi sempre abbastanza divario all’ultima curva, cosicché non venissi superato nella zona del DRS sul rettilineo d’arrivo. E sono riuscito a farlo in ogni circostanza. Come detto, la squadra ha svolto un lavoro assolutamente incredibile e il supporto che abbiamo avuto qui a Budapest, non solo dai tifosi britannici in visita, ma anche dai fan locali ungheresi, è stato fenomenale”.

Non poteva mancare un collegamento di Lewis alle Olimpiadi, per le quali ha fatto il tedoforo: “Inoltre poter vincere un GP nel primo weekend dei Giochi Olimpici in Gran Bretagna mi fa sentire come se abbiamo fatto la nostra parte per contribuire a quelli che spero saranno molti successi britannici durante il periodo dei Giochi – ha enfatizzato – Qualcuno mi ha appena detto che abbiamo ottenuto la prima medaglia d’oro del 2012. Bene, è proprio così? Comunque è la prima vittoria britannica nelle settimane dei Giochi, il che è veramente bello. Guardando alla stagione nel complesso, è chiaro che dopo la pausa estiva avremo molto lavoro da fare. Ma per ora lasciatemi festeggiare, tutti noi, amici, famiglia, tifosi, mettiamo le nostre maglie della Vodafone e godiamoci il momento. Nessuno festeggia come noi!”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Per Lewis Hamilton, dopo la 150° pole position nella storia della McLaren, è giunta la 19° affermazione in Formula 1 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-300712-hamilton.jpg Il trionfo di Lewis Hamilton nonostante le Lotus: “Sotto pressione per 69 giri!”