Zero punti in tre gare, un dodicesimo posto colto dal veterano Pedro de la Rosa a Melbourne e una serie preoccupante di ritiri non permettono al team Sauber di dormire sonni tranquilli in vista del Gran Premio della Cina.  

Nulla di strano, se non fosse che a lanciare l’allarme è lo stesso Peter Sauber, l’uomo che a fine 2009 riuscì nell’impresa di rilevare in toto la proprietà della factory di Hinwil, utilizzata dalla Bmw nelle ultime quattro stagioni, arginando di fatto il vano tentativo di acquisizione formulato dalla misteriosa compagnia Qadbak.  

In termini di performances non siamo dove ci aspettavamo di essere – ha ammesso con onestà Sauber – attendo io stesso di schiarirmi le idee, ma forse i problemi vanno anche ricercati nelle difficoltà incontrate dal team nell’essere regolarmente al via del Mondiale 2010 dopo l’addio della Bmw alla F.1”.  

Sauber confida comunque nell’approdo di James Key, già uomo Force India, nelle vesti di direttore tecnico, per risollevare le sorti della scuderia svizzera: “Entrerà ufficialmente in azione a Shanghai, e il suo compito consisterà nell’esplorare il potenziale della C29, un qualcosa che evidentemente non siamo stati in grado di fare nelle prime tre gare. Guardando al futuro, il dipartimento tecnico necessita di essere rafforzato, quindi in tal senso prevedo dei cambiamenti all’interno dell’organico”.  

La compagine di Hinwil, che sul fronte dei piloti ha scelto di affidarsi all’esperienza di Pedro de la Rosa e alla irruente freschezza di Kamui Kobayashi, rivela di aver dovuto ridisegnare il proprio modus operandi: “In questa stagione abbiamo tagliato il budget del 40 per cento riducendo di un terzo la forza lavoro, provvedimenti che andranno ad interessare anche le scuderie top. Il nostro approccio alla F.1 è quindi cambiato in modo radicale, non solo per quanto attiene agli aspetti tecnici ma anche a livello organizzativo. L’ingresso di Key in squadra ci tornerà utile per conferire una rinnovata stabilità al team”. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Zero punti in tre gare, un dodicesimo posto colto dal veterano Pedro de la Rosa a Melbourne e una serie […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/delarok.jpg Il team Sauber riconosce le carenze del pacchetto C29: “Anche noi cerchiamo delle risposte”