Tre anni di differenza separano il team principal della Red Bull Christian Horner dal suo pilota Mark Webber, anche se a partire dal fine settimana del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone, peraltro dominato dall’australiano, i punti di discordanza sembrano essere ben altri.

Dopo essersi rammaricato per non avere affrontato compiutamente con l’interessato la vicenda relativa all’assegnazione in gara dell’ormai famigerata ala anteriore evoluta al compagno di scuderia Sebastian Vettel in virtù della classifica di campionato precedente alla tappa di Silverstone, Horner ha subito compreso di dover fare quadrato attorno al team nella speranza di non pregiudicare più di tanto le chances dei due drivers in ottica iridata: “Il prossimo week-end io e Mark ci siederemo attorno a un tavolo per discutere a fondo la questione. Ci conosciamo da troppo tempo per pensare che la situazione venutasi a creare in Inghilterra possa realmente minare i rapporti in seno alla Red Bull. Desidero parlare con Mark al fine di comprendere meglio alcune dichiarazioni da lui rilasciate a fine gara. E’ importante chiarirsi, inoltre abitiamo a soli dieci minuti l’uno dall’altro”.

Stando a quanto riportato dall’uomo di riferimento del management Red Bull, la permanenza di Webber in squadra fino al termine del 2011, a dir la verità già siglata dalle parti coinvolte, non è in pericolo: “Non ho alcun dubbio in merito. Mark è cresciuto insieme al team e resterà anche l’anno venturo”.

La frase incriminata sarebbe nella fattispecie quella pronunciata via radio dal 33enne pilota nativo di Queanbeyan al momento di tagliare il traguardo dopo il successo di Silverstone: “Niente male per un numero due”, quasi a voler evidenziare una qualche disparità di trattamento rispetto a Vettel, quarto in campionato a quota 121 lunghezze contro le 128 di Webber. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Tre anni di differenza separano il team principal della Red Bull Christian Horner dal suo pilota Mark Webber, anche se […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/hornerwebbo1.jpg Il team principal della Red Bull Christian Horner ammette: “Con Webber mi chiarirò presto”