Fermo a quota 10 punti dopo quattro Gran Premi contro i 50 conquistati dal più giovane compagno di scuderia Nico Rosberg, il sette volte iridato Michael Schumacher ha incassato l’incoraggiamento del team principal di casa Mercedes Ross Brawn, evidentemente conscio del momento delicato vissuto dall’ex idolo dei tifosi ferraristi.

Michael è sempre determinato a riuscire in qualsiasi impresa – ha attaccato Brawn – nella sua lunga carriera in F.1 ha sempre fatto del suo meglio, risultando inoltre molto critico con se stesso. E’ totalmente concentrato sul ritorno nel Circus, e la sua competitività non si discute. Non è un pilota che si lascia sopraffare dagli eventi quando le cose vanno male, bensì preferisce analizzare le situazioni e riflettere sull’accaduto in modo da trarre insegnamenti utili per la gara successiva”.

Brawn è comunque convinto di poter mettere Schumacher nelle condizioni di mostrare tutto il suo valore già nel Gran Premio di Spagna in programma il prossimo 9 maggio a Barcellona: “Lo abbiamo ingaggiato perché ha esperienza e grandi capacità di autoanalisi, quindi la vera sfida consisterà nel permettergli di essere all’altezza dei migliori nell’appuntamento previsto al Circuit de Catalunya”.

Al di là delle valutazioni personali, l’ex direttore tecnico della Ferrari che a fine 2008 ebbe il coraggio di accollarsi la proprietà del morente team Honda ribattezzandolo Brawn Grand Prix ammette di non avere ancora metabolizzato il passaggio del campione del mondo 2009 Jenson Button nelle file della McLaren: “Mi è dispiaciuto vederlo andare via. Ha scelto di proseguire con un’altra squadra perché temeva che la gente lo ricordasse soltanto come il pilota capace di vincere al volante di una monoposto imbattibile, tuttavia nella vita quotidiana siamo rimasti buoni amici. Al momento di scendere in pista chiaramente le cose cambiano”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Fermo a quota 10 punti dopo quattro Gran Premi contro i 50 conquistati dal più giovane compagno di scuderia Nico […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/braschu.jpg Il team principal della Mercedes Ross Brawn insiste: “Schumacher resta un pilota votato al successo”