Si è svolta questa mattina presso la pista di atterraggio di Duxford l’attesa cerimonia che ha sancito l’acquisizione di Caterham Cars da parte del Team Lotus: una notizia che era nell’aria già da qualche giorno, ma che, per il momento, non avrà influenze sull’impegno in Formula 1.

“La Caterham ha un posto speciale nel cuore del mondo motoristico. Oltre al suo orgoglio britannico, ha una individiabile reputazione nel settore per le sue prestazioni e l’eccellenza ingegneristica”, ha commentato il patron Tony Fernandes.

Il piccolo costruttore inglese, nel 1972, acquisì i diritti di produzione della Lotus Seven, che rimane tutt’ora il suo cavallo di battaglia a fronte di numerosi aggiornamenti nell’arco degli anni.

Caterham Cars, ceduta dal fondo di investimento Corven Ventures, continuerà a essere guidata dallo stesso management, con Ansar Ali in veste di direttore generale. “Avremo adesso tutti gli ingredienti per esplorare nuovi orizzonti, con prodotti innovativi e una maggiore esposizione globale”, ha aggiunto Fernandes.

Di F1 oggi non si è parlato, nonostante alcune voci facessero pensare ad un cambio di denominazione per la scuderia anglo-malese, che avrebbe così risolto la disputa con il Group Lotus (partner della Renault). “Insieme agli azionisti vogliamo attendere il verdetto del tribunale, e solo da allora decideremo il da farsi”, ha sottolineato Fernandes all’agenzia di stampa Reuters.


Stop&Go Communcation

Si è svolta questa mattina presso la pista di atterraggio di Duxford l’attesa cerimonia che ha sancito l’acquisizione di Caterham […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-270411-01.jpg Il Team Lotus conferma l’acqusizione di Caterham Cars