Si è fatta attendere più del dovuto la conferma ufficiale da parte del team Hispania in merito all’appiedamento di Bruno Senna nell’immediata vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna. Il comunicato della squadra iberica è arrivato persino dopo l’inizio delle prime prove libere, quando ormai era utile soltanto a capire le ragioni di questa repentina decisione: il desiderio era quello di offrire un’opportunità di misurarsi in gara a Sakon Yamamoto.

Una spiegazione che in realtà convince poco, ma in giornata i ben informati sottolineavano come non fossero problemi di carattere economico ad aver determinato la scelta della HRT. Nel paddock di Silverstone il paulista ha parlato a lungo con il responsabile della scuderia Colin Kolles e il proprio manager Chris Goodwin, ma non si è intrattenuto con i giornalisti.

Di fatto restano molte zone d’ombra in questa vicenda, ancora più strana considerando come la Hispania abbia sottolineato che tra due settimane, a Hockenheim, Senna tornerà regolarmente al volante della propria monoposto, continuando a godere del pieno supporto da parte del team.

“Siamo abbastanza soddisfatti delle prestazioni di oggi. Sakon ha mostrato un buon ritmo nonostante una lunga lontananza dalla F1”, ha commentato Kolles. “Ora conosce meglio le gomme ed è pronto per il proseguimento del week-end”.

Nel frattempo oggi è stata ufficializzata anche la partnership con il gruppo Jaypee Sports International, che sosterrà Karun Chandhok ed è impegnato nella costruzione di un autodromo a Nuova Dehli, che potrebbe ospitare il Mondiale nel 2011. Una notizia che dovrebbe rendere più saldo il sedile di Chandhok, messo a rischio da varie indiscrezioni circolate in tempi recenti.


Stop&Go Communcation

Si è fatta attendere più del dovuto la conferma ufficiale da parte del team Hispania in merito all’appiedamento di Bruno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-090710-031.jpg Il team Hispania spiega la questione-Senna: a Hockenheim il brasiliano tornerà al volante