Secondo l’ex progettista Gary Anderson, il segreto del dominio della Red Bull risiederebbe nel telaio.

Le inquadrature termiche della FOM evidenzierebbero come la zona del “tea-tray” (anteriore) si scaldi alle basse velocità, sintomo che la vettura vari la propria velocità in corso d’opera.

Dando credito alla tesi di Anderson, la Force India avrebbe denunciato l’irregolarità di tale trovata, confutata tuttavia da Jo Bauer che, riscaldando la suddetta zona, non ha riscontrato alcun cambiamento.

 

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Secondo l’ex progettista Gary Anderson, il segreto del dominio della Red Bull risiederebbe nel telaio. Le inquadrature termiche della FOM […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/RB_VET-1024x682.jpg Il segreto della Red Bull sarebbe il telaio?