Chiamato ad occupare l’ambita poltrona di presidente della Federazione Internazionale sul finire dello scorso anno in sostituzione del discusso Max Mosley, l’ex amministratore delegato della scuderia Ferrari Jean Todt ha rivelato in una breve intervista concessa a ‘Fox Sports’ di ritenere il Gran Premio degli Stati Uniti in programma ad Austin, Texas, a partire dal 2012 alla stregua di un semplice progetto ancora in fase di definizione, alimentando quindi le perplessità espresse e poi in parte ritrattate dal gran capo della FOM Bernie Ecclestone, che ha recentemente invitato Tavo Hellmund, proprietario della Full Throttle Productions incaricata di gestire l’allestimento del circuito, a mantenere gli impegni presi pena la corresponsione di una cospicua sanzione pecuniaria.

Al momento si tratta solo di un progetto – ha evidenziato Todt lasciando di stucco i giornalisti presenti – va da sé che un evento di tale portata non si può improvvisare da un anno all’altro”.

Non c’è da sorprendersi, quindi, se proprio in questi giorni Mister E, peraltro sicuro del regolare svolgimento del Gran Premio di Austin nel 2012, ha ripreso a parlare di un possibile approdo della F.1 nell’incredibile scenario di New York…

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Chiamato ad occupare l’ambita poltrona di presidente della Federazione Internazionale sul finire dello scorso anno in sostituzione del discusso Max […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/todt4.jpg Il presidente della FIA Jean Todt avanza dubbi sull’approdo del Circus ad Austin nel 2012: “Al momento è solo un progetto”