Il calo di appassionati in corso da un paio d’anni è un segnale che non deve essere ignorato.

A mettere in guardia i vertici della Formula 1 è Alain Prost, che punta il dito sulla confusione dovuta al passaggio alla nuova era di propulsori turbo, più complicata da comprendere rispetto al recente passato: “Non si può parlare di successo, ci sono troppe cose che non stanno andando bene; la gente fatica a capire il perché di questo cambiamento, e dove porterà in futuro”, ha dichiarato il quattro volte campione del mondo.

Di certo non aiutano le molte critiche piovute, anche da parte di chi la F1 la fa funzionare, come piloti e vertici della categoria: “Non voglio giudicare nessuno, ma questo non va bene; quando si è su una barca, bisogna darsi da fare affinchè non affondi. Se si guarda agli ultimi due anni, c’è stato un calo di spettatori; ciò significa che lo spettacolo piace meno rispetto al passato, ma anche che non si è stati capaci di attirare pubblico più giovane. Bisogna capire come affrontare la situazione”, ha concluso il francese.

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Regole confuse e restrittive, spettacolo non all’altezza: l’ex campione francese lancia l’allarme sul futuro del circus.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/Prost01.jpg Il monito di Prost: “La F1 sta perdendo tifosi”