Il Gran Premio degli Stati Uniti è a rischio per la diminuzione dei finanziamenti dello Stato del Texas, ma il presidente del COTA Bobby Epstein vuole confermare la gara entro fine febbraio.

Già da novembre era stata comunicata la difficoltà in cui stava passando il circuito di Austin ed Epstein ha rimarcato due mesi fa che il futuro della corsa non era certamente positivo. All’inizio di questa settimana Bernie Ecclestone ha confermato l’evento – come provvisorio – nel calendario, per il 21-23 ottobre.

“Condivido l’ottimismo sulla presenza della gara” ha dichiarato Epstein ad Autosport. “Noi tutti vogliamo che la gara rimanga nel calendario. Certamente ora non posso confermare nulla, ma di sicuro ci sarà qualcosa nei prossimi 30 giorni. Avremo una risposta entro la fine di febbraio”.

Originariamente lo Stato del Texas aveva stanziato 25 milioni di dollari all’anno per dieci anni; ora il budget è sceso a 19,5 milioni. Dopo la vendita dei biglietti in lento declino e il fiasco dello scorso anno dovuto alle tempeste che hanno colpito la zona, questo taglio è un altro duro colpo per la sopravvivenza della gara.

Luca Basso


Stop&Go Communcation

Il Gran Premio degli Stati Uniti è a rischio per la diminuzione dei finanziamenti dello Stato del Texas, ma il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/01/f1-austin-statiuniti-30012016-1-1024x683.jpg Il futuro del GP degli Stati Uniti a fine febbraio