Gli avversari devono mettersi il cuore in pace: il “doppio DRS” della Mercedes, che permette di stallare anche l’ala anteriore, è stato giudicato regolare dalla FIA, respingendo la protesta avanzata dalla Lotus.

La soluzione del team tedesco era già stata approvata alle verifiche tecnice in Australia e Cina, ma la Lotus sostenva che fosse in contraddizione con l’articolo 3.15 del regolamento sportivo, che vieta l’utilizzo di dispositivi aerodinamici comandati dal pilota (ad eccezione dello stesso DRS).

I commissari hanno però confermato che il sistema montato sulla W03 è conforme alle normative della F1, in quanto l’ala anteriore è azionata in conseguenza dello stesso DRS, attraverso un flusso d’aria incanalato attraverso il telaio. Pur modificando l’assetto aerodinamico, quindi, il dispositivo è coerente alle regole.

Una buona notizia per Michael Schumacher e Nico Rosberg, che potranno sfruttare un’arma in più per tutto il resto della stagione (a cominciare dalla gara di Shanghai), mentre le altre scuderie dovranno adesso affrettarsi a implementare lo stesso congegno sulle proprie vetture.


Stop&Go Communcation

Gli avversari devono mettersi il cuore in pace: il “doppio DRS” della Mercedes, che permette di stallare anche l’ala anteriore, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-120412-01.jpg Il DRS della Mercedes giudicato regolare, respinta la protesta della Lotus