La controversia legata agli scarichi soffiati tiene banco nel circus della F1, ma Sebastian Vettel non è eccessivamente preoccupato dalla quasi limitazione da parte della FIA. Il campione del mondo in carica sta traendo un chiaro vantaggio da questa soluzione, adottata dalla Red Bull e da altri team come Renault e Mercedes, che sfrutta l’espulsione dei gas di scarico del motore attraverso il diffusore posteriore.

A partire dal week-end di Silverstone, il prossimo mese, è prevista una restrizione agli effetti di questo sistema, ed Helmut Marko, consigliere sportivo della Red Bull, ha definito “molto strana” la tempistica del divieto, a metà stagione, alludendo ad un possibile attacco al dominio della scuderia austriaca.

Vettel, tuttavia, intervistato dall’agenzia di stampa SID, sembra reagire con freddezza quando lo si interroga del possibile impatto sulla sua impressionante cavalcata nel Mondiale 2011. “Non credo che il divieto ci colpirà più di altri”, ha detto il tedesco. “Si può discutere sul perché stia accadendo nel bel mezzo della stagione, ma in termini di campionato del mondo c’è ancora molta strada da percorrere”.

“Tutto può avvenire molto rapidamente, come abbiamo visto l’anno scorso”, ha aggiunto Vettel, che come noto ha conquistato il titolo 2010 solo nell’ultimo appuntamento di Abu Dhabi.

Di scena questa settimana c’è il Gran Premio d’Europa, sul circuito di Valencia, da lui vinto nella passata edizione: “Abbiamo avuto una buona gara l’anno scorso e la vettura dovrebbe essere competitiva”, ha confermato.

Andrea D’India


Stop&Go Communcation

La controversia legata agli scarichi soffiati tiene banco nel circus della F1, ma Sebastian Vettel non è eccessivamente preoccupato dalla […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-200611-01.jpg Il divieto degli scarichi “soffiati” non preoccupa Sebastian Vettel