Erede designato di Jean Todt, subentrato a Max Mosley sulla poltrona di presidente della Federazione Internazionale dopo anni di esperienza nella Gestione Sportiva della scuderia Ferrari, Stefano Domenicali ha fatto sapere di considerare la nuova F10 l’arma della riscossa del Cavallino nel campionato del mondo edizione 2010. 

Guardando ai dati in nostro possesso – ha spiegato Domenicali sul sito web della Ferrari – e tenendo presente che non sempre le prove invernali riportano fedelmente i reali valori in campo, ritengo potremo essere competitivi da subito. Sotto il profilo delle performances velocistiche e nella lunga distanza dovremmo infatti possedere le risorse necessarie per tornare a recitare la parte di top team che più ci compete”. 

Il segreto della compagine di Maranello va quindi ricercato nel gran lavoro compiuto negli ultimi mesi: “La situazione di partenza è estremamente positiva se pensiamo a dov’eravamo finiti nel Gran Premio conclusivo del Mondiale 2009. Il prossimo obiettivo consisterà nel proseguire lo sviluppo della F10 durante la stagione, perché solo con questo approccio arriveranno i risultati”. 

Secondo l’opinione di Domenicali, la rincorsa all’iride 2010 si rivelerà comunque equilibrata: “Sicuramente diversi teams riusciranno ad inserirsi nelle posizioni che contano. Prevedo un notevole equilibrio, ma alla Ferrari sappiamo di essere messi meglio rispetto a quanto potevamo immaginare. Le vere incognite riguarderanno piuttosto il comportamento degli pneumatici alle alte temperature e le strategie di gara”. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Erede designato di Jean Todt, subentrato a Max Mosley sulla poltrona di presidente della Federazione Internazionale dopo anni di esperienza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/100038new.jpg Il dg Ferrari Stefano Domenicali è soddisfatto della nuova vettura: “La F10 sarà competitiva”