Dal 2004 appuntamento fisso nel calendario del Motomondiale (da due anni addirittura in notturna), e fino alla scorsa stagione anche della Superbike, il circuito di Losail mira adesso ad accogliere la Formula 1 nei prossimi anni, tanto da aver già in cantiere una serie di modifiche per venire incontro alle esigenze della massima categoria automobilistica.

"Sicuramente la F1 fa parte dei nostri piani futuri", ha confermato Nasser bin Khalifa al-Attiyah, presidente della federazione motoristica e motociclistica del Qatar. "Quando sarà tutto a posto il tracciato sarà sottoposto alla valutazione della commissione sicurezza, per ottenere la licenza valida per i test. Dopodiché saremo pronti per entrare nel giro del Circus".

Il delegato tecnico della FIA, Charlie Whiting, dovrebbe recarsi in Qatar la prossima settimana, qualche giorno dopo il vicino Gran Premio del Bahrain. "Dovremo rispettare tutti i requisiti della Formula 1 per poter organizzare una corsa", ha aggiunto al-Attiyah.

Nella piccola penisola affacciata sul Golfo Arabico recentemente si è recato anche il presidente della Federazione in persona, Jean Todt, il quale ha dichiarato in una conferenza stampa: "Per il Qatar è facile poter centrare l'obiettivo. Il futuro di questa regione in fatto di motorsport è molto luminoso, tenendo conto poi che abbiamo già due appuntamenti in Bahrain e ad Abu Dhabi. È una questione di carattere commerciale che deve essere discussa tra la FOM e gli organizzatori locali. Ma oltre alla F1 ci sono anche il WRC, il WTCC e il FIA GT di cui poter parlare".

Il Losail International Circuit, in questi anni decisamente più orientato verso il panorama delle due ruote, nel 2009 ha tuttavia ospitato anche una tappa della GP2 Asia Series sotto i riflettori.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Dal 2004 appuntamento fisso nel calendario del Motomondiale (da due anni addirittura in notturna), e fino alla scorsa stagione anche […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-080310-02.jpg Il circuito di Losail si rifà il trucco con l’obiettivo di ospitare in futuro la Formula 1: “È nei nostri piani”